Favara
Sede legale: Area industriale, Via Miniera Ciavolotta - Lotti 92/94

Impianto Tmb 500

L’impianto di Trattamento meccanico biologico per rifiuti solidi urbani consentirà di effettuare un corretto trattamento dei rifiuti urbani indifferenziati (cioè quanto resta a valle della raccolta differenziata), ed è stato progettato nel pieno rispetto delle recenti normative europee recepite a livello nazionale dal D.Lgs.152/06.

L’impianto garantisce il trattamento di 500 tonnellate al giorno di rifiuti.

La procedura di ricezione dei rifiuti nell’impianto prevede il controllo radiometrico che garantirà la totale assenza di radiazioni dei rifiuti accolti. Superata questa fase, i rifiuti verranno conferiti  all’interno del capannone dove avverrà il trattamento meccanico. L’aria all’interno del capannone sarà sottoposta ad aspirazione forzata mediante idoneo sistema di captazione per evitare la fuoriuscita di odori e inviata a trattamento prima di essere emessa in atmosfera.

La seconda fase sarà quella del trattamento biologico, consistente nella biostabilizzazione della residua frazione umida e, dunque, biodegradabile, dei rifiuti: lo scopo sarà quello di essiccare e igienizzare il materiale in modo da ottenerne una riduzione della putrescibilità nonché una riduzione di peso pari al 20%.

Il processo di biostabilizzazione sarà gestito con una serie di ventilatori che convogliano l’aria aspirata in tubazioni collegate ai biofiltri, i quali garantiscono l’abbattimento degli odori nonché il controllo in continuo dell’evoluzione del processo. In tali biofiltri sarà convogliata anche l’aria del capannone prima di essere emessa in atmosfera.

Il trattamento meccanico prevede, infine, una serie di operazioni che garantiranno la separazione e il recupero dei metalli ferrosi e non ferrosi.